Tempo di World Economic Forum a Davos con gli immancabili report delle varie organizzazioni. Oltre a quello dai toni allarmanti realizzato da Oxfam sull’ampliamento del divario tra ricchi e poveri, è arrivata anche la classifica relativa alla qualità della vita nelle varie nazioni.
Per l’Italia sono più dolori che gioie: nei vari paramentri di questa classifica sulla qualità della vita, il nostro paese è primo per influenza culturale e patrimonio artistico mentre è buio pesto per quanto riguarda capacità di attirare investimenti e trasparenza della pubblica amministrazione.
In occasione del World Economic Forum 2018 di Davos, è stato realizzato da U.S. News il rapporto World Report Best Countries che ha esaminato a fondo 80 nazioni di tutti i continenti stilando poi una classifica riguardo 24 diversi parametri.
Per quanto riguarda l’Italia è meglio iniziare dalle buone notizie. Il nostro paese nella speciale classifica risulta al primo posto sia per quanto riguarda l’influenza culturale che per il patrimonio artistico.
Medaglia d’argento poi per i paesi da visitare e per i migliori paesi da visitare da soli, rispettivamente dietro soltanto a Brasile nel primo caso e alla Spagna invece nel secondo parametro.
Nelle altre venti indagini invece non c’è traccia dell’Italia tra le prime posizioni. Molto male nell’imprenditorialità, nell’apertura agli affari, nella trasparenza oppure nella capacità di attirare investimenti. Tutte lacune purtroppo già ben note.
Per quanto riguarda la qualità della vita, per il report il Belpaese è addirittura fuori dalla top 20. I parametri presi in considerazione sono stati la qualità del sistema educativo e sanitario, la sicurezza lavorativa, la stabilità politica, le libertà individuali e la qualità dell’ambiente.
Tenendo in considerazione tutte le 24 indagini svolte riguardanti le varie tematiche esaminate, alla fine è stata stilata una classifica generale dove il nostro paese risulta essere al 15° posto.
Le classifiche
Vediamo nel dettaglio chi, secondo il rapporto, si trova nelle prime tre posizioni riguardo i 9 parametri principali oltre che nel resoconto generale, andando a sbirciare poi in che posizione l’Italia si è posizionata anche quando è risultata essere fuori dal podio.
Paesi da visitare
• Brasile
• Italia
• Spagna
Diritti dei cittadini
• Norvegia
• Svizzera
• Danimarca
• (Italia 20°)
Influenza culturale
• Italia
• Francia
• Stati Uniti
Spirito imprenditoriale
• Germania
• Giappone
• Stati Uniti
• (Italia 21°)
Patrimonio artistico
• Italia
• Spagna
• Grecia
Economie emergenti
• Emirati Arabi Uniti
• India
• Singapore
• (Italia 30°)
Apertura agli investimenti
• Lussemburgo
• Svizzera
• Panama
• (Italia 45°)
Qualità della vita
• Canada
• Danimarca
• Svezia
• (Italia 22°)
Influenza
• Stati Uniti
• Russia
• Cina
• (Italia 18°)
Miglior paese al mondo
• Svizzera
• Canada
• Germania
• (Italia 15°)
C’è ancora parecchio da lavorare quindi per l’Italia: a fronte di un immenso patrimonio artistico e culturale, il nostro paese appare ancora molto indietro per quanto riguarda la trasparenza, i servizi e il modo di fare impresa.

2018-04-04T15:20:51+00:00